Anche i bambini vogliono i loro lettini!

La stanzetta dedicata ai più piccolini è uno spazio che deve essere allestito con molta attenzione: i bambini, a differenza dei genitori, vi trascorrono la maggior parte della loro giornata e non solo per dormire ma per tutta una serie di attività ludiche. Di conseguenza, anche il letto riveste un’importanza particolare, arricchendosi di numerosi optional per trasformare questi spazi in un qualcosa di magico ed esclusivo! I lettini per bambini rappresentano il posto su cui trascorrere ore liete per riposarsi, leggere, studiare e ascoltare musica, tutto all’insegna del massimo comfort e proporzionato alle dimensioni del pargoletto.

La scelta è davvero ampia: si passa da lettini tradizionali senza appendici o protezioni varie fino a pratiche alternative salvaspazio idonee per ambienti piuttosto ristretti che necessitano di un arredamento minimale. E’ possibile trovare anche lettini per bambini rialzati con pratici cassettoni incorporati oppure soluzioni con piani di lavoro che all’occorrenza si trasformano in posti letto. Sono poche le aziende che producono arredamenti e mobili ad hoc per l’allestimento delle camerette per i più piccolini. Tra le ditte più richieste, Billoepallina (www.billoepallina.it) sicuramente occupa un posto in prima fila nel panorama degli articoli e degli arredamenti per l’infanzia, con linee di accessori e intere collezioni dedicate ai bebè da perderci la testa!

Differenze tra i vari lettini per bambini

Come già accennato, sono diverse le tipologie di lettini tra cui poter scegliere, a partire dal letto classico a una piazza passando alle culle e ai lettini con sbarre e concludendo con soluzioni di misura media per la prima infanzia e lettini standard per la crescita.

Un primo passaggio da compiere è capire il lettino da scegliere in base all’età del pargoletto. Un errore comune che commette la maggior parte delle famiglie è quello di optare per lettini singoli dalle grandi dimensioni subito dopo il lettino con le appendici.

Purtroppo, questa categoria di lettini non è idonea per bambini di due o tre anni di età, in quanto troppo alti e non agevolano un facile accesso indipendente nella salita e nella discesa. Il consiglio è di calibrare bene le misure del lettino in base alle dimensioni del piccolino, non trascurando i vari passaggi di crescita intermedi, ossia bebè, bambino, ragazzo e puntando su un arredamento equilibrato. Di norma, i lettini per bambini hanno dimensioni molto contenute e sono più bassi, in modo tale da semplificare la vita del pargoletto facendolo sentire del tutto autonomo.

Principali tipologie di lettini

Il mercato offre numerose varianti di lettini per bambini e la scelta non è proprio facile. L’arduo compito spetta solo ai genitori che dovranno tener conto delle proprie esigenze casalinghe e dei propri gusti estetici. In ogni caso, i modelli di lettini più adatti ai bambini sono il letto a castello, a scomparsa e le strutture ad incastro. La modalità a castello è caratterizzata da monoblocchi con relativa scrivania ed armadio ed è la soluzione preferibile quando si ha poco spazio a disposizione nella cameretta. Quella a scomparsa, invece, è utile quando sono in arrivo altri bebè ma risultano poco comode e funzionali. Infine, quelle ad incastro si distinguono per essere composte da un letto inferiore e uno superiore e sono ricavate in spazi vuoti della stanzetta.

Il suggerimento resta sempre quello di acquistare lettini in base all’età del bambino e allo spazio a disposizione all’interno della casa offrendo ai più piccolini le più confortevoli soluzioni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *